Nessuna categoria, Televisione

27 settembre 2013 | 10:29

Il Centro tv Vaticano guarda al futuro tra multicanalità e ultra Hd

(TMNews) La digitalizzazione del prezioso archivio, un nuovo sito internet e una innovativa piattaforma per la gestione dei contenuti. Sono alcune delle iniziative per i 30 anni del Centro Televisivo Vaticano, istituito il 22 ottobre 1983 per volere di Giovanni Paolo II, che comprendono anche un libro sulla storia della ‘tv del Papa’, con analisi di esperti sul messaggio dei Pontefici attraverso le immagini; un cofanetto con 5 dvd con le più importanti dirette televisive degli ultimi anni; e un convegno che si terrà a Roma il prossimo 18 ottobre.

L`annuncio è del direttore del Ctv, mons. Dario Edoardo Viganò in vista della sua partecipazione alla tavola rotonda intitolata ‘La tv del futuro. Nuovi scenari e nuove tecnologie: Hd-3d-4k-Iptv’.
L`appuntamento, alla presenza di rappresentanti del settore broadcast come Discovery, Hd Forum Italia, La7, Mediaset, Rai e Sky, è organizzato da Eutelsat e si terrà a Vicenza il prossimo 4 ottobre nell`ambito della manifestazione All Digital.

Nel corso di un intervista rilasciata a SatCafé , il Digital Magazine di Eutelsat Italia, mons. Viganò si sofferma sul suo personale rapporto con Papa Francesco e sul futuro del Ctv, i cui cameraman sono gli unici autorizzati a stare accanto al Papa in Vaticano e in tutti gli eventi pubblici.

“I Pontefici, afferma, non si sono mai protetti rispetto all`innovazione tecnologica: il Ctv trasmette in Hd da diverso tempo e non è affatto spaventato dall’ Ultra Hd, già sperimentato durante la prima messa di Papa Francesco. Il suo Pontificato, prosegue, ha risvegliato un grande interesse da parte dei maggiori network nazionali e internazionali. E noi dobbiamo stare al passo con le tante richieste che ci arrivano anche sul fronte del Web”. (TMNews, 27 settembre 2013)