Continua il caso Barilla: dopo i gay anche la Boldrini nel mirino del patron della pasta

(TMNews) “La pubblicità è una cosa seria, va discussa dalle persone che ne capiscono, la Boldrini non ne sa nulla e non capisce il ruolo della donna nella pubblicità”.

Lo dice Guido Barilla, presidente del gruppo Barilla, a La Zanzara su Radio 24, nella stessa intervista che ha scatenato le polemiche sui gay negli spot. “La pubblicità, dice Barilla, nobilita la donna che fa la madre, la nonna, amante, quella che cura la casa e le persone care. È una figura fondamentale per la pubblicità e in tutti i paesi del mondo la donna è estremamente usata”.

“Il Presidente della Camera, aggiunge, che si abbassa a parlare di pubblicità senza competenze è abbastanza patetica. Non può entrare in questi argomenti come Presidente della Camera, non può decidere cosa va e cosa non va, ci sono già i giurì che controllano la correttezza della comunicazione e della pubblicità. Dicendo queste cose fa un danno a se stessa. La gente bada alla qualità, al costo, e ai servizi, il resto sono frottole”. (TMNews, 27 settembre 2013)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Scende il valore del sistema media rispetto al 2013. Big lontani dal limite

Cairo Communication: nei nove mesi ricavi in calo a 185,7 milioni di euro. Previsto Mol in sostanziale pareggio per La7 a fine anno

Banzai: nei 9 mesi del 2015 i ricavi salgano a 152 milioni; la perdita cresce a 6,5 milioni di euro