L’associazione dei piccoli azionisti di Telecom Italia vuole fermare Telefonica: non ha nessun interesse per il Paese

(TMNews) Fermare l’operazione Telefonica, non ha alcun interesse per l’Italia. A ribadirlo è Asati, l’associazione che raccoglie i piccoli azionisti di Telecom Italia.

“I veri obiettivi di Telefonica sono quelli di non acquisire il 22% di Telco ma rimanere allo stato attuale con il 66% di Telco, ovvero tradotto in azioni Telecom, solo i il 5% in più rispetto all’attuale, senza diritto di voto, con una governance italiana e la possibilità di salire al 70% dopo aver risolto, entro 9 mesi, i problemi in Brasile per la vendita/acquisizione di Tim Brasil – si legge nella nota di Asati – Questa strategia è legata al fatto che se acquisisse l’intera partecipazione di Telco, Telefonica dovrebbe, dato che esercita l’attività di direzione e controllo Societario su Telecom, consolidarne tutto il debito creando un gigante di argilla con oltre 90 mdi di debito”.

Telefonica, prosegue Asati, “non ha alcun interesse riguardo l’Italia, né per lo scorporo della rete e i relativi investimenti per la Ngn, né al mantenimento degli 82.000 posti di lavoro.
L’accordo non porta alcun beneficio alla società se non il suo immediato e progressivo declino”.

30 settembre 2013

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Mai parlato con Niel della partecipazione di Iliad in Telecom, dice De Puyfontaine. E su Mediaset: per ora nessuna collaborazione, ma in futuro…

Vivendi acquista un ulteriore 0,86% di azioni Telecom. Jp Morgan limita la sua partecipazione al 9,9%

Tiscali: dimissioni per il Cda e il collegio sindacale al termine del processo di fusione con Aria. Convocata per il 16 febbraio l’assemblea dei soci