01 ottobre 2013 | 11:34

Dopo Twitter, anche Facebook fornisce i dati dei suoi utenti alle reti televisive

Anche Facebook, dopo Twitter, fornirà i dati dei suoi utenti alle reti televisive. E’ quanto afferma un articolo di Blogosfere.it, che sottolinea come i dati verranno trasferiti in forma anonima e quindi ad insaputa degli utenti stessi.

Ecco nei dettagli l’articolo di Blogosfere.it:

A volte i social network prendono il meglio l’uno dall’altro, a volte no. Questo forse è il secondo caso, ma è ancora presto per stabilirlo. A quanto pare Facebook ha deciso di seguire Twitter sulla strada che porta i due social network a fornire i dati degli utenti alle reti televisive. Certo, tutto in forma rigorosamente anonima, ma secondo voi gli utenti sono contenti di questa novità? A quanto pare neanche un po’.

Va bene far collaborare sempre di più i media fra di loro, quindi ben vengano le commistioni fra social network e televisione, però in molti non gradiscono il fatto che Facebook conceda alle emittenti televisive l’accesso ai messaggi pubblici in bacheca. Anzi, in pratica il social network blu di Mark Zuckeberg vuole fornire alle reti televisive ben più di questi dati, anche se promettono che saranno forniti in forma del tutto anonima.

E ci mancherebbe altro! Quello che succederà è che reti del calibro di Fox, Nbc e ABC potranno ottenere da Facebook analisi dettagliate in temini di commenti, Mi piace e condivisioni di status relativi ai loro programmi e spettacoli. Tali dati dovrebbero essere prelevati sia dai messaggi pubblici che da quelli privati, ma si tratterà di aggregazioni anonime di dati, in modo che non venga rivelata la reale identità di nessuno. Se ci fate caso, Twitter è da un po’ che fornisce informazioni simili, ma Facebook asserisce che i suoi dati siano più attendibili in quanto i telespettatori, almeno in teoria, sono costretti ad utilizzare le loro identità reali. Secondo voi questo potrà portare a qualche modifica sostanziale della programmazione televisiva in futuro? Mi raccomando, parlate più di The Walking Dead e meno di Beautiful, ci siamo capiti?