Editoria

01 ottobre 2013 | 16:09

La riunione del patto di Rcs slitta al 14 ottobre

(ANSA) Il patto di sindacato di Rcs MediaGroup è stato rinviato al 14 ottobre, rispetto alla data indicata originariamente dal presidente vicario Francesco Merloni al 7 ottobre. E’ quanto si apprende da fonti finanziarie. Il rinvio della riunione sembra motivato da difficoltà a far combaciare le agende dei molti partecipanti al patto. Lo slittamento di una settimana consentirà comunque più tempo per i contatti avviati tra tutti i soci, sindacati e non, dal giurista Piergaetano Marchetti su richiesta del patto stesso. Per ogni decisione, del resto, il patto ha tempo fino a fine mese, visto che i grandi azionisti del gruppo a luglio avevano fatto slittare dal 14 settembre al 31 ottobre il termine previsto per l’eventuale disdetta all’accordo da parte dei soci, in vista della scadenza del patto a metà marzo 2014. Gli equilibri nel patto sono profondamente cambiati dopo l’aumento di capitale di questa estate, che ha visto la Fiat diventare primo azionista con il 20,5%. Fuori patto restano soggetti con quote importanti, tra tutti Diego Della Valle (8,9%), mentre investitori importanti dell’accordo parasociale come Mediobanca (poco sotto il 15%) hanno già dichiarato di voler lasciare a scadenza i patti in cui partecipano. (ANSA, 1 ottobre 2013).

John Elkann, maggiore azionista di Rcs con circa il 20% (foto Olycom)

John Elkann, maggiore azionista di Rcs con circa il 20% (foto Olycom)