Mercato

01 ottobre 2013 | 17:55

La Fondazione Sodalitas coinvolge le imprese nella valorizzazione delle eccellenze italiane

Nel corso dell’evento ‘L’Europa che riparte dal lavoro’, svoltosi oggi 1 ottobre 2013 nell’ambito del Salone della Csr e dell’Innovazione Sociale, Fondazione Sodalitas ha presentato ufficialmente la campagna europea ‘Skills for jobs’ per individuare strumenti e soluzioni con cui affrontare efficacemente le sfide dell’occupabilità.

All’iniziativa, spiega un comunicato, hanno già aderito più di 5mila imprese del continente ed è declinata in 8 progetti da realizzare entro il 2015 per:
- valorizzare l’importanza della formazione tecnico-scientifica
superando gli stereotipi di genere
- preservare la salute e il benessere delle persone nei contesti di
lavoro
- attuare politiche di _age management_ che valorizzino le competenze
individuali
- creare agenzie di tutorship per favorire l’imprenditorialità
- favorire l’integrazione lavorativa delle persone svantaggiate
- valorizzare l’apprendistato come occasione di accesso qualificato al
lavoro
- ideare e sviluppare percorsi formative per educare i giovani
all’imprenditorialità e all’auto-imprenditorialità
- sostenere l’avvio di imprese sociali.

Le imprese italiane, attraverso Fondazione Sodalitas, partner italiano di Csr Europe dal 1995, hanno ora la possibilità di partecipare in particolare a tre di questi percorsi:

‘Deploy your talents – Stepping up the Stem Agenda for Europe’, per rilanciare gli studi delle discipline tecnico-scientifiche anche superando gli stereotipi di genere, sviluppare partnership scuola-impresa che favoriscano l’occupabilità e costruire piattaforme multistakeholder che permettano di allineare i profili dei giovani disoccupati alle esigenze di specializzazione delle imprese. Hanno già confermato la propria partecipazione al percorso: Accenture, Assolombarda, CA Technologies, Ibm, Randstad.

‘Health and Wellbeing’, per sensibilizzare i dipendenti all’importanza della salute attraverso iniziative multistakeholder nonché creare un ‘Learning Network on Health and Wellbeing’ che favorisca il dialogo tra aziende, istituzioni pubbliche e di settore europee, misuri l’impatto delle iniziative di promozione della salute in corso presso le imprese e ne quantifichi il valore nel lungo periodo. Hanno già confermato la propria partecipazione al percorso: Abb,
Bracco, Cms, Feralpi, Ibm, Kpmg, Novartis, Randstad, Sofidel, Solvay, STMicroelectronics.

‘Rethinking Careers’, per mettere a disposizione degli Hr Manager del continente linee guida che evidenzino i fattori di successo delle politiche di age management e case history cui ispirarsi per affrontare in modo efficace la gestione delle diverse età sul luogo di lavoro. Queste indicazioni saranno oggetto di raccomandazioni dedicate presso la Commissione Europea, che potrà così impiegarle per lo sviluppo di ulteriori azioni di sistema. Hanno già confermato la propria partecipazione al percorso: Eni, Mapei, Randstad, Società Reale Mutua Assicurazioni, Sofidel, Telecom Italia, UniCredit.

Il convegno di oggi è stato anche l’occasione per aggiornare e descrivere i risultati dei principali progetti promossi da Fondazione Sodalitas in materia di competenze per l’occupabilità.