Notizie di agenzia, TLC

02 ottobre 2013 | 9:56

Telecom, domani cda si apre con le dimissioni di Bernabè. Sarmi in lizza per la presidenza

Fonte: MF-DJ

(MF-DJ) Mentre in societa’ si fanno i preparativi per l’uscita di scena del presidente Franco Bernabe’ e mentre si discute sulle deleghe del suo successore, Piazza Affari continua a puntare sulle azioni Telecom I., scommettendo sul fatto che non ci saranno aumenti di capitale e che la societa’ sara’ costretta a mettere sul mercato la maggior parte dei suoi asset.

Il consiglio di domani, come atteso, scrive MF, si aprira’ con le dimissioni del presidente esecutivo, Franco Bernabe’ cui seguira’ la nomina di un presidente ad interim, che sara’ il vicepresidente Aldo Minucci o in alternativa il consigliere anziano Jean-Paul Fitoussi. A quel punto si aprira’ il balletto dei poteri e della successione. Le deleghe che prima facevano capo a Bernabe’ passeranno infatti all’attuale amministratore delegato Marco Patuano, dopodiche’ in qualsiasi momento si potra’ riconvocare il cda per la nomina del nuovo presidente che salvo sorprese sara’ Massimo Sarmi, attuale numero uno di Poste Italiane. L’unico dubbio riguarda le deleghe che saranno assegnate a Sarmi. Mentre e’ probabile che i grandi azionisti di Telco opteranno per una presidenza classica, cui sono affidate solo le deleghe istituzionali. Se cosi’ fosse, in sostanza Telecom verrebbe assegnata a Patuano cui spetterebbe il compito di gestire una delicatissima fase di transizione. I temi caldi che riguardano Telecom sono due: la necessita’ di liquidita’ dell’azienda e il controllo spagnolo. Nel primo caso, l’unico che coinvolge direttamente i vertici di Telecom, il mercato ha pochi dubbi.

MF-DJ 2 ottobre