New media

03 ottobre 2013 | 16:08

View Conference: i guru del digitale in festival a Torino

(ANSA) Saschka Unseld, regista di ‘Monsters University, gli ideatori dei Puffi, di ‘Cattivissimo me’ ed ‘Elysium’, il pluripremiato premio Oscar John Knoll, inventore del Photoshop: sono solo alcuni dei guru del digitale che saranno a Torino, dal 14 al 18 ottobre per la 14/a View Conferenze. E’ il festival digitale più importante d’Europa, (preceduto, come sempre, dal ViewFest, con il suo ricco cartellone di film), al quale si sono già iscritti, per i work shop 5.000 persone, di cui 1.000 straniere. Tra i guru riconosciuti a livello mondiale, per cui sono attesi a Torino studenti di mezza Europa, c’è anche Paul Debevec, il quarantenne ‘maestro della luce di Hollywood’, pioniere della computer grafica e capo dell’Institute for Creative Technologies in California. Attesissimi sono anche i due registi Cody Cameron e Kris Pearn che presenteranno a Torino, in anteprima italiana (il film uscirà nelle sale il giorno di Natale) ‘Piovono Polpette 2′. E anche Bruno Chauffard che svelerà i misteri di ‘Cattivissimo me 2′ ed ‘Elysium’. “Questo è un festival importante – ha detto l’assessore alla Cultura della Città, Maurizio Braccialarghe – che noi sosteniamo con convinzione, ma per il quale vorremmo fare di più perché si tratta di una vera eccellenza. Una manifestazione tra il culturale e lo scientifico, tra la spettacolarità del cinema e la formazione professionale, qualcosa che sta anche vicino alle imprese perché oggi il digitale, sul web e non solo, è uno strumento imprescindibile per farsi conoscere al mondo”. Maria Elena Gutierrez, deus ex machina del View ha sottolineato l’attenzione dell’edizione di quest’anno allo ‘storytelling’, “perche’ per raccontare una storia, in un film come in una pubblicità, in una presentazione web o in qualsiasi luogo della comunicazione, non bastano gli effetti speciali, ci vogliono appunto le storie, i racconti, le emozioni con il loro fluire. Quest’anno – ha concluso Gutierrez – il cartellone è ricchissimo nonostante la crisi e un bilancio di 370.000 euro, grazie anche agli sponsor tra cui Compagnia di San Paolo e Fondazione Crt”. Quasi tutti gli incontri ed i film sono ad ingresso gratuito. (ANSA, 3 ottobre 2013).