04 ottobre 2013 | 15:42

Sisal investe 10 milioni di euro nei pagamenti digitali

Dal prossimo gennaio presso i circa 40mila punti vendita della rete Sisal si potranno effettuare i pagamenti per le varie esigenze quotidiane (bollette, ricariche telefoniche, eccetera) utilizzando le carte di credito, di debito e bancomat.

Lo ha annunciato Maurizio Santacroce, direttore digital games & services di Sisal, intervenendo al convegno Digital X Italia, organizzato il 3 e 4 ottobre da Between a Capri, convegno di cui la società del SuperEnalotto è main sponsor.

“L’87% degli italiani è favorevole alla moneta elettronica, ma l’utilizzo delle carte è ancora ridotto e focalizzato solo nelle operazioni di prelievo”, ha detto Santacroce. “Investire nello sviluppo dei servizi a pagamento elettronico per noi è una scelta strategica. I circa 40 mila nuovi punti di pagamento cashless contribuiscono al raddoppio, rispetto al 2012, del parco pos ncf (la tecnologia di pagamento tramite cellulare, ndr) installati in Italia”.

Negli ultimi cinque anni Sisal ha investito complessivamente 100 milioni di euro sulla rete dei servizi, che oggi gestisce oltre 200 milioni di transazioni annue. Per la nuova infrastruttura dedicata all’accettazione della moneta elettronica la società guidata dall’amministratore delegato Emilio Perrone ha investito 10 milioni di euro, dando un contributo significativo alla digitalizzazione del Paese.

Maurizio Santacroce, direttore della business unit digital games & services di Sisal