Editoria, Televisione, TLC

08 ottobre 2013 | 10:27

Accordo Ti Media-L’Espresso sui multiplex, possibile integrazione tra Rete A e Timb

(ANSA) Telecom Italia Media e L’Espresso hanno siglato un accordo non vincolante per una possibile integrazione tra la controllata TI Media Broadcasting e le attività di operatore di rete di Rete A. Nascerebbe, spiega una nota, l’operatore leader in Italia, con l’integrazione di 5 multiplex su un’unica piattaforma tecnologica digitale. L’accordo preliminare avvia il negoziato che, spiega una nota, punta a un’integrazione ”nell’ottica di valorizzazione degli asset di entrambi anche attraverso la realizzazione di sinergie industriali”. I cda di L’Espresso e di Ti Media si sono riuniti oggi e hanno ”’approvato la prosecuzione del negoziato per la definizione di un accordo definitivo, da sottoporre a tempo debito all’approvazione consiliare”. ‘Mux’ è l’abbreviazione di ‘multiplex’, ovvero i sistemi di diffusione digitale del segnale televisivo usato nel digitale terrestre, ma anche nella tv satellitare e via cavo. Questa operazione, unendo i tre ‘mux’ di Timb e i due di Rete A, tutti a copertura nazionale, creerebbe ”un operatore di rete leader in Italia, sotto il controllo di Ti Media” sottolinea la nota. La Rai e Mediaset ne hanno cinque anche loro. (ANSA, 7 ottobre 2013).

Severino Salvemini, presidente di Telecom Italia Media

Severino Salvemini, presidente di Telecom Italia Media