Editoria

11 ottobre 2013 | 17:56

Rcs corre in borsa in vista dell’appuntamento di lunedì in cui i soci si conteranno per capire in quanti resteranno nell’azionariato

(TMNews) Forti acquisti oggi in Borsa per Rcs alla vigilia del patto di sindacato che si riunirà lunedì e che potrebbe anche sancire lo scioglimento dell’accordo che ha finora riunito i grandi soci del gruppo editoriale. All’indomani della riunione dei pattisti inoltre, secondo quanto si apprende, si terrà un consiglio d’amministrazione di Rcs. Le azioni hanno chiuso oggi in rialzo del 7,69% a 1,68 euro; vivaci i volumi, pari al 2% del capitale.

Intanto si avviano alla conclusione le consultazioni tra i soci in vista dell’incontro di lunedì pomeriggio: il notaio Piergaetano Marchetti, che ha ricevuto a fine luglio il mandato di consultazione, farà il punto sul futuro dell’accordo parasociale, in vista del termine di fine mese per le disdette.

E’ molto probabile, fanno notare fonti vicino al dossier, che il vecchio patto così com’è oggi andrà in soffitta, considerato che le consultazioni non avrebbero trovato alcuna convergenza e che una buona maggioranza dei soci ha manifestato l’intenzione di uscire dal patto per rientrare in possesso delle proprie azioni.

Possibile che si possa arrivare a una forma del patto più light, con meno vincoli per i partecipanti ma, ad ogni modo, l’appuntamento di lunedì sarà importante per ‘contarsi’, ovvero per capire quanti soci vogliono restare comunque nell’azionariato di Rcs per garantire stabilità al gruppo, con o senza patto, oppure tirarsi fuori del tutto.

Martedì mattina, intanto, si riunirà un nuovo cda. Il board potrebbe fare il punto su alcuni dossier aperti – come quello della cessione degli immobili e della vicenda di false fatturazioni che ha visto coinvolta la controllata Rcs Sport – oltre che recepire le indicazioni che, eventualmente, giungeranno dal patto. (TMNews, 11 ottobre 2013)