Televisione

17 ottobre 2013 | 11:54

Crozza resta a La7, l’annuncio di Urbano Cairo

(ANSA) Maurizio Crozza resta a La7: lo ha annunciato Urbano Cario, ‘patron’ della rete televisiva in una conferenza stampa a Milano. Il comico e imitatore era in trattativa con la Rai per passare alla rete pubblica a partire dalla prossima primavera, ipotesi al centro di polemiche politiche recenti sui compensi dei conduttori Rai. Il rinnovo del contratto con La7 sarà di tre anni ”in esclusiva totale”, aggiunge Cairo, fatti salvi però gli impegni che già il comico ha: quindi Crozza può continuare ad intervenire alla trasmissione ‘Ballarò’ della Rai. Il cachet del comico e imitatore per il nuovo contratto al momento non viene reso noto e, dopo le otto-nove puntate dello show già previsto sulla rete di Cairo in autunno, Crozza inizierà un programma sempre su La7 a partire dalla prossima primavera. (ANSA, 17 ottobre 2013)

Maurizio Crozza (foto Enrico Vallin)

Maurizio Crozza (foto Enrico Vallin)

 

L’agente di Crozza: il compenso in Rai sarebbe stato 110 mila euro a puntata, per Ballarò prende 2.500 euro

(ANSA) ”Crozza nell’ipotesi di un programma in Rai avrebbe percepito 110 mila euro a puntata: le cifre enormi che sono state dette non attengono alla realtà”. Lo afferma Beppe Caschetto, l’agente del comico-imitatore, aggiungendo che ”per ogni intervento a Ballarò riceve un compenso modesto: 2.500 euro a puntata”. ”C’è stata una trattativa con tutte le piattaforme generaliste italiane, l’offerta di Mediaset è stata importantissima – aggiunge Caschetto durante la conferenza stampa a Milano nella quale è stata annunciata la conferma di Crozza per La7 – ma Urbano Cairo è quello che lo ha voluto davvero, gli altri lo volevano ma…”. (ANSA, 17 ottobre 2013)