Il colloquio è tutto registrato: la replica del giornalista che ha intervistato Crozza

Maurizio Crozza smentisce l’intervista al Messaggero e subito arriva la replica del giornalista Alberto Guarnieri che risponde: “Più che un’intervista, è stato un colloquio”. Continua così il botta e risposta tra il comico genovese e il giornalista in merito all’intervista pubblicata oggi dal quotidiano con richiamo in prima pagina e smentita nella tarda mattinata da Crozza in una nota stampa.

La replica di Guarnieri è stata riportata sull’Huffingtonpost.it: “Sono stupito che Maurizio Crozza smentisca se stesso e le cose che analogamente ha detto davanti a una platea di tre milioni e mezzo di persone come quella di Ballarò”, dice Guarnieri. “Sulla frase che ha tanto colpito Crozza, ovvero ‘Vedo che nel mirino finiscono solo artisti considerati di sinistra’, devo ammettere che non mi è stata riferita direttamente da lui, ma da una persona a lui molto vicina dopo un colloquio con Crozza stesso. E si poteva comunque evincere anche dalla battuta del comico durante Ballarò, quando rivolgendosi al conduttore Giovanni Floris dice Giova, la prossima volta tocca a te. Tutti gli altri virgolettati invece li ho registrati”.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Teo Teocoli su R101. Salvaderi (RadioMediaset): obiettivo 3 mln ascoltatori

Tronc torna sui suoi passi e valuta se recuperare il vecchio nome ‘Tribune Publishing’

Accordo Uspi-comScore per la misurazione digitale del traffico dei giornali online