Mercato

18 ottobre 2013 | 17:01

Mobile App Acceleration Camp sbarca a Torino per supportare lo sviluppo delle migliori start up italiane nel mercato delle app

Il programma finanziato da Aalto University, Microsoft e Nokia, nato per supportare i giovani talenti nel lanciare un’app di successo, ottenere i finanziamenti per accedere all’AppCampus e far crescere la propria realtà imprenditoriale, si è già concretizzato nel primo semestre 2013 in investimenti pari a 190mila euro erogati in favore di 5 giovani realtà del Paese
Dopo la prima edizione capitolina di maggio, per la seconda l’iniziativa è approdata a Torino (16 e 17 ottobre).

Il Maac, spiega una nota,  è un percorso di training strutturato in 48 ore di full immersion che ha la finalità di mettere giovani team italiani impegnati nello sviluppo di giochi e app per la telefonia mobile, nella condizione di presentare più efficacemente i propri progetti in vista di AppCampus, il programma di accelerazione di start up creato da Microsoft e Nokia per supportare i team prescelti con donazioni da 20mila, 50mila o 70mila euro, e per offrire loro formazione specializzata utile per sostenere la crescita ed il successo delle nuove imprese.

Il progetto MAAC mette a disposizione dei team ritenuti idonei a partecipare un concreto sostegno in termini di dotazioni tecnologiche, consulenza finanziaria e di business, l’accesso gratuito alle versioni complete degli strumenti di sviluppo Microsoft, ai software più recenti come Windows Phone 8, Windows Azure e Windows 8, oltre al coaching di un gruppo di esperti Microsoft e Nokia.

Giunta alla sua seconda edizione l’iniziativa, che è partita lo scorso mercoledì 16 ottobre a Torino per concludersi ieri, si è presentata forte del successo ottenuto nella prima edizione: dei 12 team selezionati lo scorso maggio 2013 per partecipare alle due giornate di MAAC, ben 5 sono riusciti infatti ad entrare a far parte di AppCampus, ottenendo investimenti pari ad un totale di 190mila euro.

La nostra missione è aiutare i giovani talenti a concretizzare più rapidamente le idee migliori e dar vita a nuove realtà imprenditoriali” – ha dichiarato Anders Nilsson, Direttore della Divisione Developer and Platform Evangelism di Microsoft Italia – “Il MAAC ci consentirà di conoscere e selezionare diverse brillanti start up nascenti del territorio italiano e lavorare a stretto contatto con loro. Sono molti i giovani in Italia con le competenze, la creatività e la capacità d’innovazione necessarie per portare avanti progetti di valore ed essere competitivi sia a livello nazionale che internazionale, e noi possiamo affiancarli con un adeguato supporto in termini di tecnologie di sviluppo e consulenza strategica”.

“Collaborare localmente con Microsoft per favorire l’accrescere di opportunità per giovani sviluppatori di talento è parte della nostra missione: obiettivo finale è sostenere la App Economy e proprio con la stessa aspirazione nasce nella primavera 2012 il programma Appcampus creato tra MS, Nokia e Aalto University – ha dichiarato Daniele Pagani, Head of Developer Experience Nokia Italy.

L’edizione di ottobre, che si è tenuta presso il Partner I3P-FONdazione Politecnico di Torino, ha visto la presenza di una decina di progetti eccellenti sviluppati da parte di giovani talenti italiani provenienti da tutta la penisola.

La prima giornata – 16 Ottobre – è stata caratterizzata da una Pitch Session cui sono seguiti i feedback puntuali da parte del team di Mentor. Gli stessi Mentor, una ventina di esperti di Business, Marketing, User experience e tecnici, hanno animato le Mentoring session per supportare in modo concreto i ragazzi, fornendo loro suggerimenti utili per migliorare i loro progetti.

La seconda giornata – 17 Ottobre – è stata invece all’insegna di una mattinata di Working session per i competitor e, dopo un momento di networking lunch, ha visto gli stessi giovani partecipanti impegnati in demo session per mostrare il loro progetto finale.

In seguito all’evento, i team hanno 15 giorni per sottomettere la loro application definitive ad AppCampus: per la sottomissione è necessario presentare una Windows Phone native app, disponibile in modo esclusivo sul Windows Phone Store per almeno 90 gg, con caratteristiche differenzianti rispetto a quelle già esistenti e capace di guidare un grosso numero di downloads.