Televisione

21 ottobre 2013 | 14:57

“Guerra all’azienda sprecona che svuota Milano”: la protesta della Lega davanti alla sede Rai di Corso Sempione

(ANSA) ”Stanno svuotando la Rai di Milano. La direzione di Rai Expo è a Roma, i programmi sportivi vengono spostati a Roma, il direttore della sede Rai di Milano è a Roma ma viene qui e soggiorna in albergo. Se continuerà questo processo di svuotamento faremo una battaglia in ogni luogo, da Bruxelles a Roma, per cancellare il canone Rai”. Lo ha detto il segretario della Lega lombarda Matteo Salvini durante la manifestazione organizzata dal Carroccio in corso Sempione, dinanzi alla sede milanese della Rai, per difendere produzioni e livelli occupazionali. ”Gli stipendi alla Fazio, le interviste a pagamento alla Maradona e altri sprechi vergognosi – ha aggiunto – mi impediscono moralmente di pagare il canone”. Salvini ha quindi sottolineato il rischio disoccupazione non solo per i dipendenti della Rai ma anche per tutte le imprese che si occupano dell’indotto. ”Milano non è la colonia di nessuno, per quanto mi riguarda è cominciata la guerra con la Rai. Stanno svuotando tutto quello che non è Roma, e questo discorso – ha detto l’esponente leghista – vale anche per le sedi di Torino, Venezia, Napoli, Palermo e Trento… Dobbiamo riprenderci quello che è nato a Milano. Avere una sede distaccata qui e la testa pensante a Roma per l’evento Expo è una follia. Mi sento offeso e schifato – ha concluso Salvini – da una Rai che spreca milioni di euro e vuole chiudere Milano”. (ANSA, 21 ottobre 2013)

Matteo Salvini (foto Olycom)

Matteo Salvini (foto Olycom)