New media

22 ottobre 2013 | 10:50

In arrivo anagrafe e identità digitali nelle Pa

(ANSA) ”Entro il 2015 ci sarà un’unica banca dati centrale con i dati di tutti: nome cognome, indirizzo e codice fiscale. È il primo servizio che lo Stato informatizza su base nazionale centralizzata. Per erogare i propri servizi, i Comuni accederanno a una banca dati unica, aggiornata e allineata in tempo reale, più certa, pulita e robusta. Eliminerà duplicazioni e possibilità di errori. In prospettiva abbasserà i costi dei Comuni aumentando i livelli di servizio”. A dirlo è il commissario del governo per l’attuazione dell’Agenda Digitale Francesco Caio, in un’intervista alla Stampa. Altra priorità è ”l’introduzione, a partire dal giugno 2014, della fatturazione elettronica come unico sistema per chi vende beni e servizi alla PA”. Si tratta, spiega Caio, di ”un progetto centrale per assicurare che lo Stato faccia una spending review con cognizione di causa”, perché ”nel momento in cui esiste un flusso di fatturazione elettronico lo Stato sa in ogni momento dove ha speso, cosa ha speso e quanto deve alle imprese da cui ha comprato”. Terza priorità, conclude Caio, è ”l’identità digitale”, grazie a cui ”i cittadini con una sola password entrano nel sistema della Pubblica Amministrazione senza dover ripetere procedure di accreditamento cambiando da sito a sito”. (ANSA, 22 ottobre 2013)