Editoria

23 ottobre 2013 | 14:59

Il Gruppo Espresso chiude i primi nove mesi con un utile di 4,5 milioni, ricavi a 524 milioni (-11,7%)

(ANSA) Il Gruppo Editoriale L’Espresso ha registrato nei primi nove mesi dell’anno un utile netto di 4,5 milioni di euro, contro i 26,4 milioni dei primi nove mesi del 2012. I ricavi netti consolidati sono stati pari a 524,4 milioni, con un calo dell’11,7% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Lo comunica la società in una nota. Nell’industria editoriale, spiega il Gruppo l’Espresso, ”il 2013 continua a riproporre un’evoluzione estremamente critica sia della raccolta pubblicitaria (-15,8% ad agosto) che delle diffusioni. Peraltro l’evoluzione mensile della raccolta, allo stato, non lascia intravedere alcuna ripresa significativa”. Le azioni messe in atto dalla società hanno ”consentito di attenuare gli impatti negativi della crisi”. Ma ”la prospettiva resta comunque molto incerta a causa del perdurare della fase recessiva, che comporta scarsa visibilità sull’evoluzione futura degli investimenti pubblicitari”. L’indebitamento del gruppo a fine settembre è diminuito a 61,7 milioni, dai 108,1 milioni di fine 2012. Nei nove mesi i ricavi diffusionali mostrano una flessione del 6,9% a 215,3 milioni, in un mercato che ”continua a registrare una significativa riduzione delle diffusioni dei quotidiani (-9,4%)”, spiega la società. I ricavi pubblicitari hanno registrato una flessione del 15,7% a 288,6 milioni. La stampa segna un calo del 21,8% della raccolta pubblicitaria, con una flessione più accentuata per i periodici e più contenuta per quotidiani locali. Le radio vedono un calo del 10,7% di raccolta (ma è del 12,6% il calo dell’intero comparto). La raccolta su internet cresce dell’1,8% (-3% il mercato). Il margine operativo lordo del gruppo è stato di 47,5 milioni (82,8 nello stesso periodo 2012). Il risultato operativo è di 24 milioni (54,3 milioni nel 2012). Il gruppo ricorda sulla base degli ultimi dati Audipress che la Repubblica si riconferma primo quotidiano per numero di lettori medi giornalieri (2,8 milioni) e per copie vendute. La testata ha poi raggiunto 71 mila abbonati ai servizi digitali, con una crescita del 36% rispetto a fine settembre 2012. Il network dei quotidiani locali registra 3,1 milioni di lettori medi giornalieri e L’Espresso è al primo posto tra i news magazine con 2,1 milioni di lettori. Complessivamente il gruppo ha superato i 90 mila abbonati alle edizioni digitali di tutte le sue testate giornalistiche. (ANSA, 23 ottobre 2013)

Monica Mondardini (foto Olycom)

Monica Mondardini, amministratore delegato del Gruppo Editoriale L’Espresso (foto Olycom)