23 ottobre 2013 | 17:45

YouTube espande i canali a pagamento, ora si possono attivare con 10 mila iscritti. Ma la funzione non è disponibile in Italia

Da maggio YouTube permette di creare canali a pagamento. Finora la funzione è stata limitata ad alcuni partner scelti dall’azienda. Da martedì 22 ottobre invece tutti i canali con più di 10 mila iscritti possono attivare questa possibilità.
I canali a pagamento non sono ancora disponibili in Italia, ma il programma pilota di YouTube è in espansione. (Sulle pagine di assistenza è possibile leggere tutti i requisiti per aprire un ‘paid channel’. Inoltre ora è possibile abbonarsi ai canali a pagamento anche da dispositivi mobili).

Janko Roettgers ha scritto su Paid Content che questa strategia di monetizzazione funziona meglio con gli utenti (o le società) che hanno già una solida base di seguaci su YouTube e che possono contare su un audience consolidato. Ritiene strano che quando, a maggio 2013, è stato lanciato il programma pilota, i partner scelti da YouTube sono stati aziende estranee al social network, come National Geographic Kids.

L’allargamento del programma sembra quindi destinata a maggior successo, e cioè vuole dare la possibilità agli “insider” del network una possibilità di monetizzare.