Mercato

24 ottobre 2013 | 16:45

Zodiak Active svela il progetto digital sul backstage del calendario Lavazza

 La collaborazione tra Zodiak Active, Lavazza e i suoi chef stellati prosegue con un nuovo progetto digital, la presentazione del backstage del Calendario Lavazza 2014, un’operazione di storytelling che celebra e valorizza le iniziative del brand Lavazza.

“Inspiring Chefs”, il nome del progetto fotografico, vede ritratti -si legge nel comunicato di Zodiak Active-  dall’obiettivo di Martin Schoeller, fotografo tedesco  internazionale ed ex allievo di Annie Leibovitz, 7 f chef a livello internazionale che da sempre scelgono Lavazza per i loro ristoranti: Ferran Adrià e suo fratello Albert, Massimo Bottura, Michel Bras, Davide Oldani, Carlo Cracco e Antonino Cannavacciuolo.

La presentazione del nuovo calendario il 24 ottobre coinciderà con il lancio del sito dedicato (calendar2014.lavazza.com), una piattaforma di storytelling che esprime la magia e l’ispirazione nascosta dietro questo  progetto, un racconto che parte dagli scatti di Martin Schoeller e prosegue oltre, immergendosi nelle storie dei 7 protagonisti, ispirati e ispiratori chef dell’alta gastronomia

Quest’anno il Calendario non vivrà di soli scatti fotografici: dalla lavorazione sul set e i dietro le quinte è nato il cortometraggio “The Movie”. Non è solo un video backstage, ma è il racconto di tutto il mondo d’ispirazione che si cela dietro l’obiettivo, è il percorso artistico che porta allo scatto finale: l’aspettativa, il coinvolgimento, le riflessioni, il divertimento, la soddisfazione.

Al cortometraggio si affiancano 10 monografie dedicate a ciascun chef, al genio di Martin Schoeller, alla creatività di Michele Mariani (Executive Creative Director del Gruppo Armando Testa) e alla passione di Francesca Lavazza (Company Image Director): in due minuti il ritratto del loro ruolo all’interno del progetto e del loro rapporto con l’ispirazione.

Il potenziale di storytelling del progetto è stato valorizzato anche nella struttura fluida del sito, nel suo forte impatto visivo e nello sviluppo in responsive design. L’uso delle immagini a pieno schermo anima le storie di ogni scatto grazie anche all’innovativa tecnica della parallasse, regalando un’esperienza interattiva per l’utente