Scelte del mese

26 ottobre 2013 | 10:06

Affari sui multiplex tra L’Espresso e TI Media

Non è passata inosservata la mossa con cui il Gruppo L’Espresso ha rafforzato la sua presenza sulla scena delle tecnologie televisive prospettando un’alleanza con TI Media per dar vita al terzo più grosso operatore di rete del sistema. Per il momento è stato firmato un accordo non vincolante per la possibile integrazione delle rispettive società delle reti finalizzata alla valorizzazione dei propri asset anche attraverso sinergie industriali. Il piatto è interessante: a TI Media fanno capo tre multiplex della controllata Timb (Telecom Italia Media Broadcasting), mentre L’Espresso, che controlla anche i due canali Deejay e Repubblica Tv, è in possesso di due mux gestiti attraverso il veicolo di Rete A. Se la joint venture andrà in porto i cinque mux verranno integrati sotto il controllo di TI Media in un’unica piattaforma tecnologica che avrà la stessa potenza trasmissiva che hanno Rai e Mediaset e che potrà giocare un ruolo di primo piano sullo scenario digitale. Oltretutto un operatore di rete indipendente dal ‘duopolio’ televisivo potrebbe essere attraente per emittenti internazionali che volessero entrare sul nostro mercato.

L’articolo integrale è sul mensile ‘Prima Comunicazione’ n. 443 – Ottobre 2013