Per Carlo De Benedetti, Telecom Italia è stata distrutta da Colaninno e Bernabè

(MF-DJ) “Se i capitani coraggiosi sono Colaninno e Bernabe’ allora preferisco le partecipazioni statali. Un liberista, in economia, come me si trova a dire viva le partecipazioni statali”. Lo afferma Carlo De Benedetti, ricordando la figura di Adriano Olivetti nel corso di Mix24 su Radio24.

“Ho inventato la Omnitel – continua l’Ingegnere – unica azienda di computer al mondo che e’ entrata nella telefonia e non era una cosa ovvia. Quando poi la Omnitel che oggi e’ Vodafone fu successivamente venduta da Colaninno alla Mannesmann che poi fu comprata a sua volta dalla Vodafone, vorrei ricordare che l’Olivetti era l’azienda piu liquida in Italia. Tanto che Colaninno si permise di fare, e io lo contestai per iscritto, l’Opa sulla Telecom I. che firmo’ la fine della Telecom”.

“Strategie industriali zero. Colaninno utilizzo la cassa dell’Olivetti per iniziare la distruzione della Telecom e poi fu conseguita con grande intensita’ e incapacita’ da Bernabe’ – conclude De Benedetti – quindi viva le partecipazioni statali!”. com/ren

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Mai parlato con Niel della partecipazione di Iliad in Telecom, dice De Puyfontaine. E su Mediaset: per ora nessuna collaborazione, ma in futuro…

Vivendi acquista un ulteriore 0,86% di azioni Telecom. Jp Morgan limita la sua partecipazione al 9,9%

Tiscali: dimissioni per il Cda e il collegio sindacale al termine del processo di fusione con Aria. Convocata per il 16 febbraio l’assemblea dei soci