Editoria

31 ottobre 2013 | 10:27

Il cdr del Corsera contro la vendita degli immobili, valuta un’azione di responsabilità contro il cda

(TMNews) Mentre è in corso un cda straordinario di Rcs sulla vendita degli immobili milanesi di via San Marco e via Solferino, il cdr del Corriere della Sera valuta un’azione di responsabilità nei confronti del cda nel caso si dovesse procedere con la cessione al fondo Blackstone. In una lettera inviata al presidente, Angelo Provasoli, assente però dalla riunione odierna per motivi personali, il cdr afferma: “Invitiamo i singoli consiglieri a non procedere con la vendita dell’immobile Solferino/San Marco – si legge – In caso di vendita il cdr valuterà la possibilità di avviare un’azione di responsabilità a carico dei componentii del cda per aver procurato un grave danno patrimoniale alla società”.

“Il Comitato di redazione del Corriere della Sera invita i singoli consiglieri a non procedere con la vendita dell’immobile di via Solferino-San Marco, ricordando che le Carte di garanzia sottoscritte dall’Editore garantiscono fin dal 1973 la tutela dell’indipendenza del Corriere da ogni punto di vista – prosegue la nota – In particolare, alla luce del Verbale Siniscalchi (1974) pubblicato sul sito del Corriere della Sera alla voce “Solferino”, riteniamo che la vendita del palazzo storico a una finanziaria americana che opera con una logica speculativa, prefiguri un vulnus all’indipendenza del Corriere.
Il Cdr chiederà all’ufficiale giudiziario di verificarlo, come prevede il Verbale”.

(TMNews, 31 ottobre 2013)