Televisione

31 ottobre 2013 | 10:42

In Rai più spazio al teatro: è l’impegno comune di Gubitosi e Bray

(ANSA) Rai e ministero della cultura insieme per la promozione del teatro con un tavolo di consultazione permanente aperto alla partecipazione di operatori del settore, ma anche spazi di informazione per la prosa sulle reti generaliste della Rai. Sono i temi trattati oggi al ministero dei Beni culturali e del turismo nell’incontro tra il ministro Massimo Bray e il direttore generale della Rai Luigi Gubitosi accompagnato dai direttori di Radio3 Marino Sinibaldi, di Rai Educational Silvia Calandrelli e di Rai5 Pasquale d’Alessandro. Un tavolo di confronto, riferisce l’ufficio stampa dell’azienda di servizio pubblico, al quale hanno partecipato anche esponenti del mondo del teatro italiano e i rappresentanti di diversi teatri nazionali. Nel corso dell’incontro – si legge in una nota – ”sono state gettate le basi di una collaborazione che prevede una consultazione permanente tra ministero e Rai aperta alla partecipazione di attori, registi e operatori della scena italiana e indirizzata a proporre nuove forme di presenza del teatro italiano sui canali del servizio pubblico”. Gubitosi, riferiscono da Viale Mazzini, ha illustrato l’impegno dell’azienda e le iniziative già previste, come il mese di teatro di Radio3, che comincia domani, i nuovi programmi di Rai Educational e il rinnovato palinsesto di Rai5, che prenderà il via a dicembre. Nell’incontro, prosegue la Rai, ”si è inoltre raccolta l’esigenza di dedicare al teatro spazi di informazione anche nelle reti generaliste, con l’obiettivo di allargarne la visibilità, di formare un nuovo pubblico, di rappresentare la pluralità dei linguaggi proposti anche da nuove generazioni di artisti. Temi che diventeranno d’ora in poi momento di confronto condiviso con il mondo del teatro”. (ANSA, 30 ottobre 2013)

Massimo Bray (foto Olycom)

Massimo Bray (foto Olycom)