04 novembre 2013 | 11:24

La Tona spiega i suoi progetti per i canali sportivi ex Sportitalia

La scorsa settimana Valter La Tona, che con i suoi Gruppi LT Multimedia e Sitcom è editore dei canali tivù Alice, Nuvolari, Marco Polo, Leonardo e Arturo, oltre che di diversi periodici, ha annunciato la partenza a novembre sul satellite in via sperimentale dei suoi nuovi canali LT Sport 1, 2 e 3. Ora fa sapere quali saranno le sorti di Sportitalia 1, 2 e 24, di cui si era aggiudicato le frequenze di trasmissione in un’asta fallimentare lo scorso 29 luglio per 1 milione di euro.

Valter La Tona

Valter La Tona

Con una nota stampa La Tona comunica che sulle frequenze di Sportitalia andranno in onda – in data ancora da stabilire – i suoi nuovi canali di sport.
Aggiudicandosi l’asta fallimentare, La Tona aveva portato a casa oltre ai canali 60, 61 e 62 del digitale terrestre su cui trasmettono le reti Sportitalia, anche le società che realizzavano la tivù fondata nove anni fa da Tarak Ben Ammar: Edb Media e Edb Service.
L’editore romano spiega che la sua LT Televisioni srl (Gruppo LT Multimedia), con la quale aveva rilevato Sportitalia, ha siglato un accordo di partnership editoriale e commerciale con un’altra sua società, la Sitcom Media srl (Gruppo Sitcom). “Questo accordo – si legge nel comunicato – permetterà di finanziare il piano di ristrutturazione industriale avviato da Edb Media e Edb Service e finalizzato a salvaguardare la continuità delle attività di produzione e l’occupazione”.
Giornalisti e tecnici di Sportitalia – che nei giorni scorsi hanno scioperato contro la cessione delle due società – dovrebbero entrare a far parte del nuovo progetto editoriale di La Tona “che prevede – come riporta ancora la nota – la produzione di format e programmi originali dedicati allo sport” (M. A.).