Blockbuster chiude tutti negozi in Usa, la fine di un’era

(ANSA) Blockbuster chiuderà i suoi restanti 300 negozi negli Stati Uniti, mettendo definitivamente fine all’era dell’affitto ‘fisico’ delle videocassette e dei dvd. Lo riporta la stampa americana citando Dish, che ha acquistato Blockbuster nel 2011 quando la società era in bancarotta. Dish ha chiuso gradualmente i punti vendita di Blockbuster che, nel 2004, ne operava 9.000. ”Non è una decisione facile, ma la domanda dei consumatori si sta muovendo chiaramente verso la distribuzione digitale dell’intrattenimento video” afferma l’amministratore delegato di Dish, Joseph Clayton. (ANSA, 6 novembre 2013)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Sky e Wavemaker in coro dal Wired Next Fest: data scientist e content manager cercansi

Il dibattito sulla crisi delle news ha bisogno di fare i conti con la realtà dei fatti

Fnsi-Uspi, primo contratto per i periodici locali. C’è anche il redattore web