Il 64% delle aziende italiane comunica sui social ma serve più qualità (INFOGRAFICA)

La percentuale delle aziende italiane che usa almeno un social network per attività di comunicazione e marketing passa dal 49,9% del 2011 al 63,8% nel 2013. Facebook fa la parte del leone (lo sceglie il 75% delle aziende attive sui social), ma aumenta anche l’uso di Twitter, LinkedIn e YouTube (utilizzati rispettivamente dal 45,1%, dal 44,1% e dal 51,2% delle aziende presenti sui social, rispetto al 39,8%, al 35,7% e al 32% del 2011), di Google Plus (17,2%) e Pinterest (18,1%).
A dirlo è la terza edizione dell’Osservatorio ‘Il SocialMediAbility delle aziende italiane’ promosso dall’executive master in Social Media Marketing & Web Communication dell’Università Iulm, presentato il 7 novembre scorso.

Tra febbraio e settembre del 2013, infatti, i ricercatori sono tornati a prendere in esame il panel di 720 aziende di sei diversi settori (alimentare, arredamento, banche, hospitality, moda e pubblica amministrazione), già analizzato nel 2010 e nel 2011, per coglierne i progressi e i cambiamenti. A partire da quest’edizione hanno potuto contare anche sulla piattaforma di monitoraggio ‘Social Listening’, messa a disposizione da Blogmeter.

Ecco alcuni dei risultati emersi dall’indagine:
– ad attivarsi maggiormente sui social media sono soprattutto le aziende grandi: se nella precedente edizione il 57,3% di esse gestiva almeno un social media, nel 2013 tale percentuale è salita all’81,1%. Si allarga così il divario con le piccole e medie imprese, per cui la crescita è stata solo del 7% dal 2011;
– gli spazi social, tuttavia, non sempre sono adeguatamente valorizzati: lo dimostra il fatto che solo il 41% delle aziende analizzate li segnala nella home page del sito aziendale;
– aprire uno spazio social non significa necessariamente saperlo gestire in maniera ottimale. Lo dimostra l’indice di SocialMediAbility che, su una scala da 1 a 10, nel 2011 si attestava a una media di 1,16 e nel 2013 è arrivato soltanto a 1,91. Mediamente, al crescere delle dimensioni aziendali aumenta anche la “qualità” dell’uso dei canali social.

Nel corso dell’incontro Sacha Monotti, founder e ceo di BlogMeter, ha anticipato i macrotrend social dei prossimi mesi: il social customer caring (vale a dire l’attenzione riservata alle richieste del consumatore), le social tv (l’abitudine di commentare live i programmi tv diventerà un potenziale da sfruttare anche per i brand) e il passaggio – deciso e, in parte, già avvenuto – della fruizione del mondo social da dispositivi fissi a dispositivi mobile.

La ricerca completa è scaricabile a questo indirizzo.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Pari tra Proietti e Ventura, fenomeno volley, Floris batte Berlinguer. Inter al 6,6% su Sky

Politici in tv: Floris stacca Berlinguer, Salvini più forte di Di Maio, fuga da Orfini

Olimpiadi, Malagò: Torino può ripensarci. Fontana: garanzie solo se in tre? Curioso…