La Commissione europea deciderà il 12 dicembre sul taglio delle tariffe Agcom

(AGI) La Commissione europea si da’ un mese di tempo prima di decidere se obbligare l’autorita’ italiana alle telecomunicazioni, Agcom, a cambiare o ritirare le misure proposte per la riduzione delle tariffe che gli operatori telefonici pagano per accedere alla rete. Queste tariffe incidono sui prezzi che gli operatori fanno pagare agli utenti finali della rete telefonica e di internet. “La Commissione potrebbe pubblicare entro il prossimo 12 dicembre una raccomandazione che obblighi Agcom a modificare o ritirare le misure proposte, o in alternativa potrebbe ritirare i suoi seri dubbi sulle misure proposte”, ha detto oggi Ryan Heath, portavoce del commissario Ue alle Tlc, Neelie Kroes. Ad agosto, la Commissione aveva concesso tre mesi ad Agcom per modificare le misure di riduzione delle tariffe, ritenute non in regola. L’Agcom aveva pero’ trovato un alleato nel Berec, l’organo che riunisce tutte le autorita’ Tlc dei paesi Ue, che a settembre aveva criticato la mossa della Commissione. Forte di questo sostegno, l’Agcom non ha modificato le tariffe come richiesto da Bruxelles.  Heath ha sottolineato che la Commissione terra’ “nella massima considerazione” il parere espresso dal Berec.

AGI 11 novembre

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Mai parlato con Niel della partecipazione di Iliad in Telecom, dice De Puyfontaine. E su Mediaset: per ora nessuna collaborazione, ma in futuro…

Vivendi acquista un ulteriore 0,86% di azioni Telecom. Jp Morgan limita la sua partecipazione al 9,9%

Tiscali: dimissioni per il Cda e il collegio sindacale al termine del processo di fusione con Aria. Convocata per il 16 febbraio l’assemblea dei soci