TLC

12 novembre 2013 | 14:56

“Telecom si metta in testa che lo scorporo va fatto”, dice il viceministro Catricalà

(ANSA) ”Lo scorporo della rete è ancora un’idea necessaria per il paese, Telecom deve metterselo in testa”. Così il viceministro allo Sviluppo, Antonio Catricalà, a margine del Digital government summit. ”L’equivalence of input non basta – afferma – doveva farla lo scorso anno tant’è vero che ha preso una multa dall’Antitrust”. ”Lo scorporo è assolutamente necessario, non parlo di uno scorporo proprietario perché non mi piacciono gli espropri, sono un liberista, ma ci vuole un’altra società con una buona fetta in mano a Cdp”, spiega Catricalà. ”Nonostante le timidezze e le frasi elusive, il governo non abbandonerà questa idea”, conclude. (ANSA, 12 novembre 2013)

Antonio Catricalà (foto Olycom)

Antonio Catricalà (foto Olycom)