Compie 25 anni America Oggi, il quotidiano italiano negli Usa

(ANSA) Venticinquesimo compleanno per ‘America Oggi’, l’unico quotidiano in lingua italiana redatto e pubblicato negli Stati Uniti. Con un editoriale in prima pagina dal titolo ”Gioia e preoccupazione, ma l’impegno continua”, il suo direttore, Andrea Mantineo, ricorda quando, il 14 novembre del 1988, il giornale apparve per la prima volta in edicola. Il giornale nacque dopo che nel giugno dello stesso anno il “Progresso Italoamericano”, storico quotidiano in lingua italiana degli Stati Uniti, licenziò tutti i dipendenti e 23 di loro – giornalisti, amministrativi e poligrafici – si riunirono in cooperativa e fondarono America Oggi. Allora, scrive Mantineo, ”c’era un misto di gioia e preoccupazione” perche’ ”il giornale nasceva senza padroni ma anche senza fondi, tranne i pochi “spiccioli” racimolati tra i risparmi dei soci”. La crescita di America Oggi e’ stata pero’ costante. ”I lettori, comprando in giornale in edicola, e la comunità imprenditoriale, utilizzandolo come veicolo per raggiungere il mercato italoamericano, ci hanno dato ragione”, scrive ancora il direttore, aggiungendo che ”dopo un quarto di secolo, la gioia c’è ancora ogni sera, quando le prime copie escono dalla rotativa”. Tuttavia, ”in parte, c’è anche la preoccupazione” perche’ ”la grande recessione provocata cinque anni fa dalla bolla dei mutui subprime ha fatto da catalizzatore per la crisi del settore editoriale. E’ un problema che riguarda tutte le nazioni industrializzate, a cominciare dagli Usa, dove anche i più autorevoli quotidiani stanno attraversando momenti difficili”. ”Ma il nostro impegno continua”, conclude Mantineo, sottolineando che l’obiettivo e’ sempre quello di ”offrire agli italiani d’America un giornale al passo con i tempi, integrando l’informazione cartacea con quella del sito internet”. (ANSA, 14 novembre 2013)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Dichiarazione Internazionale sull’Informazione e la Democrazia: libertà e tutela del giornalismo. Stabiliti i principi dell’informazione

Fnsi e Odg alzano la voce ma chiudono al dialogo col governo: non trattiamo con chi insulta i giornalisti e aumenta il precariato

I commenti su Tripadvisor possono costare caro. Caso Iginio Massari: diffamazione aggravata per due autori