New media

15 novembre 2013 | 10:48

Boldrini: “I social media non siano territorio di rapina”

(ANSA) “Io stessa uso i social media e ne apprezzo il grande valore comunicativo e proprio da amica di Facebook e Twitter vorrei che dei social media venisse preservato il carattere di spazio di libera comunicazione, di conoscenza, di dialogo senza filtri. Quello, per intenderci, che mette in grado tanti ragazzi in diverse parti del mondo di unirsi e battersi per la libertà; oppure che, più semplicemente, permette a centinaia di milioni di giovani e meno giovani di conoscersi e condividere la propria vita”. Lo ha detto la presidente della Camera, Laura Boldrini, al convegno sull’informazione, a cui ha partecipato insieme al presidente del Senato Piero Grasso. ”Per questo – ha aggiunto Boldrini – non devono mai trasformarsi in un territorio di rapina, dove le informazioni che riguardano le singole persone diventano, senza alcun consenso preventivo, proprietà di qualcuno interessato soltanto a realizzare profitti”. Secondo Boldrini ”la difesa dei diritti delle persone va esercitata in ogni spazio pubblico: oggi anche sulla Rete. Difendere il diritto alla privacy significa anche difendere la dignità delle persone da atteggiamenti discriminatori, da minacce, dal ‘cyberbullismo’ di cui spesso ci parlano le cronache”. ”Proprio perché considero preziosa la libertà d’espressione che la rete garantisce, penso che i nostri ragazzi – ha concluso Boldrini – debbano essere ascoltati, quando ci dicono che tra i loro timori più grandi c’è quello di essere dileggiati via web”. (ANSA, 14 novembre 2013)

Laura Boldrini (foto Olycom)

Laura Boldrini (foto Olycom)