Sky tg24 ospita il confronto tra i candidati alle primarie del Pd

(ITALPRESS) Sky TG24 HD ospitera’ il confronto fra gli aspiranti al ruolo di segretario del Partito Democratico. Il canale all news ha ricevuto l’adesione definitiva da parte dei candidati alle primarie. I tre candidati piu’ votati dagli iscritti del Pd tra Matteo Renzi, Gianni Cuperlo, Giuseppe Civati e Gianni Pittella si confronteranno nel dibattito che si svolgera’ il 29 novembre a Milano. Il programma sara’ su Sky TG24 HD (canali 100 e 500) in diretta alle 21 dalla nuova X Factor Arena, e in simulcast su Cielo, il canale nazionale in chiaro presente sia su digitale terrestre (canale 26) sia su satellite (canale 126 del bouquet Sky) sia sulla piattaforma Tivusat (posizione 19). “Sono molto soddisfatta – ha dichiarato il direttore del canale, Sarah Varetto – Sky TG24 si conferma la casa dei Confronti. C’e’ spazio per un’informazione diversa, come dimostrato dal successo del confronto dello scorso anno. Il 29 novembre ci sara’ un’importante novita’: il fact checking, il controllo della veridicita’ di quanto diranno i candidati, sara’ in tempo reale e immediatamente reso noto. I protagonisti saranno chiamati subito a rispondere di quanto dichiarato”. La formula del fact checking, realizzata da un gruppo di ricercatori della Facolta’ di Economia dell’Universita’ di Roma Tor Vergata e gia’ sperimentata nei precedenti confronti organizzati dal canale, per la prima volta sara’ applicata in diretta. Fatti e dati dichiarati dai candidati saranno sottoposti a verifica nel corso del confronto. Grazie a Sky Go, il dibattito potra’ essere seguito in simulcast sui principali smartphone, tablet e su computer Mac e Pc e sara’ visibile anche in streaming su skytg24.it.

ITALPRESS 19 novembre

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi