Ok da Strasburgo ai nuovi finanziamenti per cultura e audivisivo con un aumento del 9%

(ANSA) Via libera da Strasburgo alle linee di finanziamento per i programmi di cultura, creatività ed audiovisivo per il periodo 2014-2020 con un aumento, rispetto all’esercizio precedente, del 9%. In totale al settore andranno 1,46 miliardi di euro, una cifra fissata nel rapporto Europa Creativa, firmato dall’eurodeputata del Pd Silvia Costa ed approvato oggi a larghissima maggioranza: 650 sì, 32 no e 10 astenuti. ”Grazie al duro negoziato del Parlamento – il commento a caldo di Costa – abbiamo ridotto i tagli richiesti dal Consiglio e salvaguardato l’aumento del finanziamento dei settori culturali e creativi”. Il nuovo programma prevede una ripartizione certa tra i sottoprogrammi Media, 56% delle risorse, e Cultura, al 31%, e quindi una sezione transettoriale, a cui andranno il 13% dei fondi. Viene inoltre creato un Fondo di garanzia che affiancherà i contributi europei con l’obiettivo di agevolare i prestiti alle piccole e medie imprese del settore, viene specificato il supporto alle opere cinematografiche con ”potenziale transnazionale” e promossa la distribuzione di quelle ‘made in Ue’ tanto nelle sale e nei festival comunitari che in quelli dei Paesi terzi. I primi bandi saranno pronti a dicembre. (ANSA)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi