Cybercrime negli Usa: si comincia da giovanissimi

(AGI) I crimini informatici e la cyberdeviance iniziano e raggiungono i picchi piu’ alti durante l’adolescenza, secondo un nuovo studio condotto dall’Universita’ di Cincinnati che ha monitorato le attivita’ online di un gruppo di 274 studenti in relazione a 25 reati specifici, come furti di password, tentativi di sfruttare illegalmente reti wireless, hackeraggio.Dai dati e’ emerso che questi tipi di crimini sono commessi per la prima volta in media intorno ai quindici anni, mentre per diventare una vera e propria competenza bisogna aspettare i 18. La ricerca, che sara’ presentata alla conferenza annuale dell’American Society of Criminology di Atlanta, ha scoperto che la forma piu’ comune di comportamento cyber-deviante consiste nel provare a indovinare le password delle reti wireless e quelle altrui.

AGI 20 novembre

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Sky e Wavemaker in coro dal Wired Next Fest: data scientist e content manager cercansi

Il dibattito sulla crisi delle news ha bisogno di fare i conti con la realtà dei fatti

Fnsi-Uspi, primo contratto per i periodici locali. C’è anche il redattore web