21 novembre 2013 | 13:37

Carlo Momigliano nuovo chief marketing officer di Finelco

Dal 1° febbraio 2014 Carlo Momigliano sarà il nuovo chief marketing officer di Finelco, il gruppo editoriale guidato da Alberto Hazan che controlla le tre emittenti radiofoniche Radio 105, Radio Monte Carlo e Virgin Radio. Momigliano – scrive una nota – riporterà al direttore commerciale Marco Mordonini.

Carlo Momigliano ha iniziato la sua carriera in pubblicità nel 1975 come responsabile marketing e poi come amministratore delegato in una concessionaria di pubblicità di radio e televisioni commerciali (Fono Vi.Pi).  Nel 1986 è entrato in Publitalia come direttore ricerche e successivamente è diventato direttore marketing, vicedirettore generale e membro del board della concessionaria delle reti Mediaset. Dal 1986 è stato componente del comitato tecnico e, dal 1994, del consiglio di amministrazione di Auditel. Nel 1996 ha fatto parte del team che ha effettuato il Road Show per l’ipo di Mediaset. Nel 1998 è diventato direttore strategie di Fininvest. Nel 2002 è diventato direttore strategie della divisione periodici e radio Mondadori e nel 2005 direttore marketing strategico di Mondadori Pubblicità; negli stessi anni è stato componente del comitato tecnico Audiradio e del Consiglio Direttivo Audipress. Nel 2008 è diventato editore incaricato del quotidiano a distribuzione mista (free e pay) E Polis ed amministratore delegato di Publiepolis. E’ entrato in Mindshare nell’aprile 2010 svolgendo le funzioni di ceo sino al settembre 2011 e poi di chief marketing officer dall’ottobre 2011 all’ottobre 2013; è stato componente del board di GroupM dall’aprile 2010 all’ottobre 2013.

“Abbiamo grandi progetti per il 2014 non solo per la concessionaria ma anche per le nostre radio, internet e tv”, dice Alberto Hazan, presidente di Finelco, “quindi l’esperienza, la supervisione ed i consigli di Carlo Momigliano saranno una guida preziosa per il successo di tutte le iniziative della nostra società”.

Carlo Momigliano

Carlo Momigliano

“Sono onorato per la proposta di Alberto Hazan e di Marco Mordonini di entrare a fare parte di un gruppo che non solo ha segnato la storia della radiofonia privata negli anni cruciali delle battaglie per i diritti delle imprese radiofoniche commerciali”, dice Carlo Momigliano, “ma che ha dimostrato negli anni successivi una costante capacità competitiva e di innovazione ed oggi opera sul mercato con la più articolata presenza (tre canali radiofonici analogici ai vertici per qualità ed ascolto, 32  web radio, oltre 2 milioni di fan sui social network e le applicazioni  per tutte le principali  piattaforme mobile). E’ per me anche un immenso piacere potere tornare a lavorare con un collega con cui ho collaborato  proprio all’inizio del mio percorso professionale e che stimo moltissimo come Maurizio Sina”.