Marco Bolasco nuovo direttore scientifico dell’enogastronomia di Giunti e direttore editoriale di Piattoforte.it

(ANSA) Marco Bolasco, direttore editoriale di Slow Food Editore, da gennaio 2014 diventerà anche il direttore scientifico dell’area enogastronomia di Giunti Editore e direttore editoriale del sito piattoforte.it che la casa editrice lancerà a gennaio. Lo comunica la Giunti Editore sottolineando che Bolasco, nato a Roma nel 1973, giornalista, autore di libri come ‘Cronache Golose’ con cui ha vinto il Premio Bancarella della Cucina 2012 – “rappresenta una risorsa che i due editori hanno scelto di condividere in coerenza con lo spirito sinergico che nel 2009 ne ha originato la partnership”. “L’incremento dei temi enogastronomici nell’editoria come affermazione della nostra cultura materiale – afferma Bolasco – è uno dei fenomeni più interessanti degli ultimi anni. Poter lavorare su questo nuovo segmento strategico mettendo insieme i temi di Slow Food e le potenzialità di Giunti, principale editore di settore, è una sfida che sono onorato di raccogliere”. Dopo anni di proficua e stimolante collaborazione con Slow Food – afferma Beatrice Fini, direttore editoriale di Giunti Editore – il rapporto viene ulteriormente fortificato con l’arrivo di Marco Bolasco, a coronare il nostro progetto volto alla formazione di una cultura dell’alimentazione consapevole e alla valorizzazione di questo settore strategico del made in Italy. Un progetto articolato in oltre 30 collane rivolte ai lettori più diversi, programmi di educazione alimentare per la scuola, corsi di adozione per gli istituti professionali”. “Con questo nuovo ruolo di Marco Bolasco, potremo dolcemente ‘contaminare’ con le nostre visioni – afferma il presidente di Slow Food Italia, Roberto Burdese – quello che oggi è il più grande editore di enogastronomia. Per contro, le sinergie tra il gruppo Giunti e la nostra piccola ma quotata e attiva casa editrice non potranno che aumentare, permettendoci di continuare a operare con autorevolezza in un mercato che la crisi e le grandi innovazioni di questi anni rendono sempre più complesso”. (ANSA, 21 novembre 2013)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Copyright Ue, Crimi: su direttiva pensiamo a deterrenti. Dobbiamo immaginare il futuro, non regolamentare il passato

Cairo: positivo l’esordio di Cook. Per La7 +13% nella raccolta pubblicitaria a settembre

‘Codice Rocco’: infuriano le polemiche sui metodi del portavoce del governo Rocco Casalino