TLC

22 novembre 2013 | 10:21

Catricalà: “In Telecom bisogna difendere rete, occupazione e investimenti”

(MF-DJ) L’italianita’ va difesa quando insieme alla bandiera c’e’ da difendere la qualita’ del servizio. Telecom va difesa, ma va difesa la qualita’ e quantita’ dell’occupazione, va difesa la rete che e’ strategica, vanno difesi gli investimenti. Chiunque venga e garantisca queste tre cose, ben venga”. Lo afferma a Radio 24 il vice ministro dello Sviluppo Economico, Antonio Catricala’, parlando degli accordi siglati per il passaggio del controllo di Telecom Italia in mano agli spagnoli di Telefonica. “Se mi avessero chiesto un parere avrei detto di no, ma non me l’hanno chiesto” aggiunge Catricala’, il quale poi precisa che “non sono contrario alla vendita a Telefonica. Il mercato deve fare il suo gioco, ma il Governo deve avere garanzie”.

Secondo Catricala’, Telefonica sara’ interessata a Telecom Italia anche dopo la separazione societaria della rete perche’ “compra comunque una serie di clienti con cui potra’ ricominciare a fare servizi in senso vero. Telecom finora ha avuto minori facilitazioni perche’ proprietaria della rete, sara’ piu’ libera se e’ senza la rete”.

MF-DJ 22 novembre