Comunicazione

22 novembre 2013 | 15:21

Nuova campagna della Cei su tv e web per il sostentamento del clero

(ANSA) Parte oggi, e proseguirà fino alla fine di dicembre, la nuova campagna di comunicazione della Chiesa italiana per le “Offerte Insieme ai sacerdoti”, destinate al sostentamento del clero diocesano, con nuove immagini per la tv e il web. Al centro tre storie di preti – fra i 36 mila in totale in Italia – che a Napoli combattono quotidianamente povertà, illegalità, immigrazione, solitudine, razzismo, in situazioni dolorose e difficili. Alla fine dello spot sarà indicato il sito www.insiemeaisacerdoti.it. Oltre a tutte le informazioni sulle Offerte Insieme ai sacerdoti (storia, dati, modalità per donare). Inoltre è già online la nuova pagina Facebook: www.facebook.com/insiemeaisacerdoti dedicata ai Sacerdoti, che racconterà della loro missione ed ogni mese di uno in particolare, attraverso foto, interviste, documentari. La campagna di quest’anno comprende anche un radio comunicato da 15″, uno spot da 15″ che andrà sul web e annunci stampa sulle maggiori testate. Infine sarà online anche il film documentario “Questo non è un film”: una combinazione tra finzione e realtà, dove il cuore sarà ancora l’opera spirituale e sociale dei sacerdoti dello spot accompagnati da altri sacerdoti che operano sempre nel tessuto sociale di Napoli. Sarà un filmato ad episodi ognuno con una trama diversa. “Tutte queste iniziative – fa sapere la Conferenza Episcopale Italiana -, promosse dal Servizio Promozione Sostegno Economico della Cei, hanno come obiettivo quello di continuare a diffondere la conoscenza delle Offerte Insieme ai sacerdoti destinate all’Istituto Centrale Sostentamento Clero, strumento perequativo e di solidarietà nazionale scaturito dalla revisione concordataria del 1984, per sostenere l’attività dei 36 mila sacerdoti diocesani. Infatti da ormai più di 25 anni i sacerdoti non ricevono più lo stipendio dallo Stato ed è responsabilità di ogni fedele partecipare al loro sostentamento, anche attraverso queste Offerte deducibili”. (ANSA, 22 novembre 2013)