Da domani la quinta edizione del Forum on food and nutrition Barilla

Il 26-27 novembre si svolgerà la quinta edizione del Forum on food and Nutrition Barilla, che vede affiancati talenti del futuro a Premi Nobel, organizzazioni internazionali, università, scienziati, esperti e young leader attivi nell’ambito dei sistemi alimentari sicuri e sostenibili.

La prima giornata, martedì 26 novembre, è interamente dedicata- si legge nel comunicato- alla presentazione dei 10 team finalisti provenienti da tutto il mondo che hanno partecipato al concorso Bcfn Young Earth Solutions con testimonianze, tra gli altri, di Ellen Gustafson, membro dell’advisory board Bcfn e co-fondatrice del Food Think Tank – un’organizzazione nata per combattere fame, obesità e povertà attraverso soluzioni sostenibili -, e Federica Marra, vincitrice dell’edizione 2012 di Bcfn Yes.

Il team vincitore, selezionato da una giuria che annovera membri dell’advisory board ed esperti indicati dal Bcfn, presenterà il proprio progetto davanti a un pubblico selezionato e riceverà un premio economico con la possibilità di partecipare alle attività dell’Advisory Board Bcfn collaborando a progetti di ricerca nel corso dell’anno 2014. Esempi di idee e impegno concreto sono affidati nel pomeriggio ai contributi di Angela Morelli, information designer nominata Young Global Leader 2012 dal World Economic Forum, Sithembile Mwamakamba, ricercatrice sudafricana impegnata nello sviluppo delle donne attraverso l’agricoltura e la valorizzazione dei prodotti da loro coltivati, per concludere con Jason Aramburo, fondatore di re:char, un’associazione che permette ai contadini kenyoti di produrre più cibo attraverso l’uso della tecnologia.

I lavori del Forum proseguono nella giornata di mercoledì 27 novembre con i saluti di apertura da parte dei rappresentanti delle Istituzioni Governative, tra cui il Presidente del Consiglio Enrico Letta, Marcela Villarreal, Fao Senior Official per Expo 2015, Maurizio Martina, sottosegretario alle Politiche agricole, forestali e ambientali.

I temi che vedono impegnati esperti di alimentazione, impatti climatici, sostenibilità si concentrano sui paradossi – emergenza di oggi: l’acqua, imperativo per un pianeta sostenibile; lo spreco del cibo e l’obesità che accompagnano un crescente aumento della fame nel mondo; lo sfruttamento delle risorse de nostro pianeta con, infine, il richiamo a ridefinire e valorizzare la dimensione etica e culturale connessa al cibo e alla nutrizione.

Su questi temi verteranno tre tavole rotonde che coinvolgono  profili internazionali come Tony Allan, ideatore del Water Footprint (impronta idrica), Stella Thomas, fondatrice e direttore del Global Water Fund, Bruno Serato, chef e primo italiano a entrare nella Cnn top 10 heroes 2011, Riccardo Valentini, membro dell’advisory board Bcfn e premio Nobel per la pace 2007, Mathis Wackernagel, presidente di Global footprint network.

L’evento, come sempre aperto al pubblico, ha ottenuto l’alto patronato del Presidente della Repubblica, il patrocinio della Commissione Europea – Rappresentanza in Italia, della Presidenza del Senato della Repubblica, della Camera dei Deputati, della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Ministero dell’Ambiente, del Territorio e del Mare, del Ministero dell’Economia e delle Finanze, del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, della Provincia e del Comune di Milano.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Tim, una piattaforma per il crowdfunding: salute, cultura, ambiente e società

Sky e Integer in difesa del mare con Legambiente

A Torino e Milano il corso ‘Essere in rete – Ideare, progettare, narrare e verificare l’identità digitale’