Il personale di Amazon Uk rischia problemi mentali per il troppo stress

(ANSA) Il personale di Amazon nel Regno Unito sarebbe a rischio di ”problemi mentali e fisici” per l’eccessivo carico di stress a cui i dipendenti sono sottoposti. E’ quanto emerge da un’ inchiesta condotta dalla Bbc che ha ‘infiltrato’ un suo giornalista fra lo staff di un deposito che smista libri, dvd e altri prodotti in tutto il Paese. Il reporter Adam Littler ha lavorato come addetto alle spedizioni in turni massacranti, in cui doveva camminare per oltre 15 chilometri all’interno del gigantesco magazzino per trovare gli oggetti da inviare al cliente. In media un ordine deve essere gestito in 33 secondi. Il tutto in modo molto alienante: uno scanner controlla l’attività del dipendente e la comunica ai dirigenti. ”Le caratteristiche di questo lavoro e l’evidenza mostrano un rischio maggiore di avere una malattia mentale o fisica”, ha detto Michael Marmot, uno dei maggiori esperti britannici di stress sul posto di lavoro. Dal canto suo Amazon ha risposto che ispezioni condotte nelle sue sedi non hanno dato alcun riscontro negativo. (ANS, 25 novembre 2013)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Tv resta focolare domestico per il 97% delle famiglie italiane. Auditel: ma decolla la fruizione individuale

Rai, Usigrai scrive a Fico, Casellati e Vigilanza: con riproposizione di Foa per la presidenza attenzione a rischi illegittimità

M5S attacca Odg: non serve. Abolizione già sul tavolo del governo. Replica Fnsi: ritorsioni non fermeranno la stampa