Sim fantasma: prosciolti i tre ex dirigenti Telecom

(ANSA) Sono stati prosciolti i tre ex dirigenti di Telecom coinvolti nella vicenda delle cosiddette “sim fantasma”. Lo ha deciso il gup del tribunale di Roma Carmine Castaldo che ha stabilito il non luogo a procedere nei confronti dell’ex ad di Telecom Italia, Riccardo Ruggiero, l’ex direttore operativo di Tim Italia, Massimo Castelli e l’ex responsabile marketing di Tim Italia, Luca Luciani, che fu già numero uno di Tim Brazil. Nei loro confronti l’accusa era di ostacolo all’esercizio delle funzioni delle autorità di vigilanza attraverso false comunicazioni all’Authority per le telecomunicazioni. Il procedimento, nato a Milano, fu inviato per competenza a Roma nei mesi scorsi. L’accusa sostiene che i tre ex manager, “ricorrendo a un artificio tecnico-contabile”, abbiano tenuto in vita tra il 2006 e il 2008 5,3 milioni di schede sim, “di immediata e prossima scadenza”, e quindi “da disattivare”, con ricariche da un centesimo allo scopo di ostacolare l’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni cui venivano “comunicati dati dolosamente alterati”, gonfiando fittiziamente il volume dei clienti di Telecom.(ANSA, 27 novembre 2013)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Mai parlato con Niel della partecipazione di Iliad in Telecom, dice De Puyfontaine. E su Mediaset: per ora nessuna collaborazione, ma in futuro…

Vivendi acquista un ulteriore 0,86% di azioni Telecom. Jp Morgan limita la sua partecipazione al 9,9%

Tiscali: dimissioni per il Cda e il collegio sindacale al termine del processo di fusione con Aria. Convocata per il 16 febbraio l’assemblea dei soci