02 dicembre 2013 | 11:01

Oggi il lancio della nuova piattaforma di giornalismo investigativo: Uncoverage. com

Il New York Times annuncia il lancio di un nuovo sito che testerà l’interesse del pubblico per il giornalismo investigativo: Uncoverage.com permetterà infatti a giornalisti e organizzazioni non profit di ricercare fondi in crowdsourcing per permettere lo sviluppo di articoli e argomenti come, per esempio, la guerra siriana. I soldi raccolti saranno suddivisi fra i progetti dagli stessi redattori del sito.

Il sito è stato fondato da Israel Mirsky e il gruppo investigativo no-profit del Center for Public Integrity ha firmato come partner per la stesura dei propri progetti sul sito.

La riserva circa l’attuale modello di finanziamento del giornalismo investigativo ha spinto Mirsky al lancio di questo progetto: “Sono appassionato di uranio impoverito”, ha detto, “ma se voglio vedere di più sul tema, la mia unica scelta è quella di acquistare un documento con le relazioni che mi interessano. Non riesco a immaginare un modo meno efficace e soddisfacente per ottenere del giornalismo su un argomento che mi interessa. C’è un sacco di cose che il giornalismo digitale può fare bene, le indagini non è una di queste” ha detto il fondatore.

Il fine ultimo di questo sito è di dare un incentivo agli editori per costruire un seguito ai loro argomenti, anche se limitato ai soli giornalisti che già vantano un’esperienza significativa. “Questo non è un posto per iniziare la vostra carriera” ha detto Mr Mirsky.

Uncoverage.com pubblicherà i report integrali ma ciò non vieta agli autori di vendere i loro articoli anche su altre piattaforme, rendendo così possibile una più ampia distribuzione.

Clicca qui per leggere l’articolo del New York Times.