La Rai entra nell’Osservatorio Giovani-Editori

(ANSA) C’è da oggi anche la Rai – Radiotelevisione italiana fra i membri dell’Osservatorio Permanente Giovani-Editori. A darne notizia è stato il Direttore Generale della Rai Luigi Gubitosi, partecipando al convegno organizzato a Parma dallo stesso Osservatorio e dalla Fondazione Cariparma per celebrare la figura di Giambattista Bodoni, a duecento anni dalla scomparsa. “L’Osservatorio Permanente Giovani-Editori ha fatto in questi anni un grande lavoro nei confronti della formazione delle giovani generazioni – ha dichiarato Gubitosi – vogliamo collaborare anche noi, come Rai, a questo sforzo ed a questo progetto. Vogliamo contribuire alle attività dell’Osservatorio e vogliamo che il lavoro svolto da questa organizzazione sia un successo anche in futuro”. L’Osservatorio accresce così la compagine dei partners che lo sostiene e affianca e che oggi vanta oltre diciassette autorevoli testate giornalistiche: Il Corriere della Sera, Il Sole 24 Ore, La Stampa, Il Gazzettino, La Nazione, Il Giorno, Il Resto del Carlino, L’Unione Sarda, Il Tempo, l’Adige, La Gazzetta di Parma, L’Arena, Il Giornale di Vicenza, Bresciaoggi, La Gazzetta dello Sport, L’Osservatore Romano e Focus. “Siamo orgogliosi che la Rai, sotto la leadership di Luigi Gubitosi, abbia voluto condividere la nostra sfida – ha commentato Andrea Ceccherini, presidente dell’Osservatorio Permanente Giovani-Editori -. Insieme saremo ancora più forti”. (ANSA, 30 novembre 2013)

Andrea Ceccherini (foto Olycom)

Andrea Ceccherini (foto Olycom)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi