Televisione

02 dicembre 2013 | 12:04

La7 in crescita, +11% in prime time sull’autunno 2012

(ANSA) Un autunno record per La7, che si posiziona – sottolinea oggi una nota ufficiale dell’emittente – come la tv generalista maggiormente in crescita sul fronte ascolti, conquistando il segno + in tutte le fasce di giornata. Un bilancio che vede negli ultimi 3 mesi dell’anno (settembre – novembre) un incremento del 7% nel totale giornata (3,8% vs 3,5% del periodo omologo) con, in particolare, ”una straordinaria crescita” del prime time (20:30-23:30) che si attesta al 4,58% con quasi 1,2 milioni di telespettatori contro il 4,15% del 2012. Un dato che vale l’11% in più di share rispetto allo scorso autunno, e che fa emergere come ”La7 sia l’unica Rete generalista a crescere in doppia cifra”. Una prima serata in costante incremento, che ha fatto registrare una media, nella settimana 24 al 30 novembre, del 5,36%, stabilendo il miglior risultato stagionale. Sempre nella fascia di prime time, l’ufficio stampa di La7 segnala in particolare ”le eccezionali performance” di Servizio Pubblico, che con l’11,1% di share media si conferma al terzo posto tra i programmi più visti del giovedì (e il più seguito in assoluto, tutte le settimane, per almeno 28 minuti). In particolare, il 28 novembre, ha toccato il proprio record stagionale con il 13,15%. Grandi riscontri anche per Crozza nel paese delle Meraviglie (record stagionale il 29 novembre con il 9.56%) che con l’8,7% medio tutti i venerdì si afferma nel panorama televisivo come il terzo appuntamento più visto della propria fascia oraria, mentre garantisce ottimi risultati anche Piazzapulita, che al lunedì realizza il 4,8% di share (in crescita del +36% rispetto all’Infedele di Gad Lerner). Positivo il mercoledì con La Gabbia, che concretizza mediamente il 3,85% di share (grazie al quale si evidenzia un +31% rispetto all’autunno del 2012), mentre Linea Gialla, nella difficile serata del martedì, conferma i dati della passata stagione. In aumento anche la domenica che, con la nona stagione di Grey’s Anatomy (prima tv in chiaro al 4% il dato consuntivo) e la serata evento di Miss Italia, si attesta al 4,1% medio di share, con una crescita dell’86%. Un prime time rafforzato dall’access prime time (20.30 – 21.10) dove Otto e Mezzo si piazza al 5,93% di share, con una crescita del 4%. Crescita che invece arriva al sabato a un +34% rispetto al precedente programma. Sale anche il daytime (07.00 – 20.30), dove si distinguono le due edizioni del Telegiornale dirette da Enrico Mentana (13.30 e 20.00) rispettivamente con il 4,32% e il 6,80% di share medio (il 4,41% e il 7,11% nella versione feriale). In particolare, La7 al mattino si accredita come punto di riferimento per i telespettatori, grazie a un aumento del +36% dalle 09.00 alle 12.00, passando da una media del 4,24% di settembre al 4,71% in ottobre, fino a toccare il 4,98% medio di novembre. Nel dettaglio, Omnibus sale al 4,53% medio (+9% rispetto a 2012), Coffee Break al 5,46% (+18% rispetto al periodo omologo), e L’aria Che Tira al 6,03% (con un eccezionale +124%). Forte incremento anche per la tarda serata (23.30 – 02.00) che fa registrare un + 23%. (ANSA, 2 dicembre 2013)