“Porto La7 in tribunale se cassa il mio programma”: Dalla Chiesa contro Cairo

(ANSA) “Se La7 dovesse cassare Settima Onda sarà scontro”. In merito alle indiscrezioni sulla cancellazione da parte della rete della nuova trasmissione di La7, Rita Dalla Chiesa – spiega il suo manager, Lucio Presta – conferma di aver ricevuto indicazioni in tal senso “a livello informale e verbale”. “Si tratta di una trasmissione del pomeriggio alla quale Rita ha lavorato con grande impegno e passione e che, dopo alcuni rinvii – ricorda Presta – era pronta per il decollo, a presidio del pomeriggio della rete”. “Se dovessi ricevere una conferma scritta e l’ipotesi di cancellazione dovesse risultare ufficialmente, allora sarò costretta a portare Cairo e la sua rete davanti ai giudici”, avverte la conduttrice. “Voglio augurarmi che questo non abbia seguito e che non debba essere costretta a tutelare il mio buon diritto in tribunale”. “Dopo aver rinunciato alle reiterate proposte di Mediaset – sottolinea Presta – non si può credere che all’ultimo momento, pare per motivi di budget, l’attività artistica e l’immagine di Rita possano subire un danno tanto grave quanto ingiustificato”. (ANSA, 4 dicembre 2013)

Rita Dalla Chiesa (foto Olycom)

Rita Dalla Chiesa (foto Olycom)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi