Notizie di agenzia, Televisione

06 dicembre 2013 | 12:17

Brunetta interroga la Rai sui costi di ‘Masterpiece’

Fonte: Ansa

(ANSA) Nuovo affondo del capogruppo di Forza Italia alla Camera, Renato Brunetta, contro un programma di Rai3: nel mirino dell’ex ministro è finito Masterpiece, il nuovo talent show per scrittori, al centro di un’interrogazione indirizzata da Brunetta al presidente della commissione di Vigilanza Rai, Roberto Fico.

Gli ascolti delle prime due puntate della trasmissione hanno registrato rispettivamente uno share del 5,14% (690 mila telespettatori) e del 3,91% (633mila telespettatori). “Secondo notizie di stampa – scrive Brunetta – ogni puntata di ‘Masterpiece’ avrebbe un costo molto alto che si aggirerebbe intorno ai 180 mila euro, mentre, ad esempio, il costo di una puntata di ‘Che tempo che fa’, programma di prima serata di Rai3, sarebbe pari a circa 150 mila euro. La trasmissione condotta da Fabio Fazio presenta però caratteristiche differenti, poiché, innanzitutto, viene trasmessa in prima serata e registra ascolti più significativi, che si attestano tra l’11-13% di share”.

Renato Brunetta (foto: Olycom)

“Lo scorso 14 novembre – sottolinea ancora il presidente dei deputati di Forza Italia – in occasione della conferenza stampa di presentazione della trasmissione Masterpiece è stato affermato che il programma nasce su impulso del direttore di Rai3 Andrea Vianello. A questo proposito, non si comprende la scelta di attribuirlo ad una casa di produzione esterna, nello specifico la Freemantle di Lorenzo Mieli”. Nell’interrogazione Renato Brunetta chiese se il presidente della Rai, Anna Maria Tarantola, e il direttore generale, Luigi Gubitosi, non ritengano opportuno fare piena luce in merito alle notizie di stampa relative al costo del programma Masterpiece, sia in rapporto agli ascolti che si stanno registrando, sia rispetto al costo di altre trasmissioni di Rai3 che segnano ascolti più significativi, con costi inferiori per la Rai. Il capogruppo di Forza Italia alla Camera chiede inoltre “se i vertici Rai intendano chiarire i criteri che hanno guidato, tanto la scelta di assegnare il programma Masterpiece alla casa di produzione Freemantle facente capo a Lorenzo Mieli, quanto la scelta di affidare la pubblicazione del romanzo vincitore alla Bompiani, del gruppo Rcs Libri, il cui presidente Paolo Mieli è il padre dello stesso Lorenzo Mieli”, conclude Brunetta. (6 dicembre 2013, ANSA).