New media, Notizie di agenzia

09 dicembre 2013 | 11:14

I colossi di internet chiedono agli USA una legge antispionaggio

Fonte: Tm News

(TMNEWS) Otto colossi americani delle nuove tecnologie hanno pubblicato oggi una lettera aperta al presidente degli Stati Uniti Barack Obama per chiedere “una riforma delle pratiche di sorveglianza” degli Stati Uniti, dopo le rivelazioni dell’ex consulente della Nsa, Edward Snowden.

“Le rivelazioni hanno messo in evidenza la necessità urgente di riformare le pratiche di sorveglianza dei governi su scala mondiale”, hanno scritto Aol, Apple, Facebook, Google, LinkedIn, Microsoft, Yahoo! e Twitter.

“L’equilibrio, in molti paesi, è eccessivamente a favore dello Stato e a discapito dei diritti degli individui, diritti che sono sanciti dalla nostra Costituzione. Questo mina la libertà di cui godiamo. È il momento per un cambiamento”, hanno aggiunto le otto aziende.

Gli otto firmatari “esortano gli Stati Uniti a prendere l’iniziativa e a intraprendere riforme perché gli sforzi per la sorveglianza da parte del governo siano chiaramente inquadrati dalla legge, siano commisurati ai rischi, trasparenti e soggetti a un controllo indipendente”.

“Le recenti rivelazioni circa le attività di sorveglianza dei governi hanno scosso la fiducia dei nostri utenti”, ha affermato l’amministratore delegato di Yahoo!, Marissa Mayer. “È tempo per il governo degli Stati Uniti di ripristinare la fiducia dei nostri utenti, ed è tempo per il governo degli Stati Uniti di intervenire per ripristinare la fiducia dei cittadini nel mondo”. (TMNEWS, 9 dicembre 2013)