Notizie di agenzia, Televisione

10 dicembre 2013 | 11:29

Sky e Cittadinanzattiva creano la nuova Carta servizi

Fonte: Ansa

(ANSA) Sky Italia vara la nuova Carta Servizi in collaborazione con Cittadinanzattiva. A far data da domani l’11 dicembre, infatti, la pay tv mette a disposizione dei propri abbonati un documento semplificato in cui sono descritti diritti e doveri dei contraenti. La pay tv provvede periodicamente ad aggiornare la disciplina contrattuale che regola i rapporti con i propri Abbonati, in questa occasione lo ha fatto cooperando con una delle Associazioni di consumatori più attive nella “formazione” del cittadino-utente e siglando con essa un protocollo innovativo nel campo dei rapporti con i clienti.
L’obiettivo è quello di rendere di più facile la lettura delle principali informazioni riguardanti il rapporto contrattuale e di consentire agli abbonati di reperirle più agevolmente. Il lavoro è il frutto anche delle segnalazioni che gli abbonati hanno inviato a Sky e a Cittadinanzattiva e ha riguardato sia la forma che la sostanza del testo.
La Carta Servizi ha lo scopo di agevolare la comprensione della fruizione dell’offerta Sky. E’ un documento che si affianca alle Condizioni Generali di Abbonamento ed è redatta secondo quanto previsto dall’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (delibera n. 278/04/CSP) nella direzione di semplificazione, chiarezza e trasparenza nella relazione con il cliente. In essa sono contenuti, in sintesi:

- I principi generali, cioè i criteri fondamentali cui Sky si ispira nell’offerta dei propri servizi
- La descrizione dei pacchetti e i relativi costi
- Gli standard qualitativi dei servizi offerti
- La tutela dei diritti degli Abbonati nel caso in cui le prestazioni erogate non corrispondano ai Principi e agli Standard fissati.

Questa iniziativa – spiega la pay tv – si inserisce in un contesto di costante attenzione al cliente che Sky Italia ha sempre avuto sin dalla sua nascita e nell’ottica di un miglioramento continuo della relazione con gli abbonati. (ANSA, 10 dicembre 2013).