Twitter verso la chat: foto anche nei messaggi diretti

(ANSA) Twitter sempre più vicina a un suo sistema di chat: da oggi, aggiornando l’applicazione per iPhone e smartphone Android, nei messaggi diretti ai propri follower si possono inviare anche foto. Il microblog pare intenzionato a cavalcare il successo di applicazioni come WhatsApp ma anche Facebook Messenger, Viber o WeChat. Tra l’altro domani, stando a indiscrezioni, Instagram – l’app di Fb per condividere foto – potrebbe lanciare un suo servizio di chat. L’ultimo aggiornamento dell’applicazione di Twitter contiene diverse novità. La principale riguarda proprio i messaggi diretti (DM), quelli che si può inviare privatamente a uno dei propri follower. Da oggi si potrà allegare anche una foto per messaggio, rendendo il servizio molto più simile a una chat. Tra l’altro si accederà alla sezione dei DM direttamente dalla schermata principale di Twitter, chiamata ”Home”. Altro cambiamento è la possibilità di passare con un tocco del dito dalla ”Home”, quella con il flusso di tweet dei propri contatti, alla sezione ”Scopri” per vedere quali argomenti fanno tendenza e a quella ”Attività”, dedicata agli account più ”popolari”. Che Twitter stia trasformando i suoi messaggi diretti in un sistema di chat è un’ipotesi avanza da tempo. Secondo quanto riportato un paio di mesi fa dal blog del Wall Street Journal, Twitter starebbe pensando a un servizio di messaggistica privata con tanto di applicazione ad hoc, rivoluzionando l’attuale sistema di Messaggi Diretti per aprirlo alla possibilità di scambiare messaggi con qualsiasi iscritto, non solo tra ‘follower’.(ANSA, 11 dicembre 2013)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Viacom Italia: il palinsesto natalizio dei canali del gruppo televisivo

Editoria, Fico: con finanziamenti flusso economico ingiustificato. Ma piccole cooperative e piccoli giornali vanno aiutati da Stato

Ruffini: con Monda nuovi progetti all’Osservatore Romano. A Tornielli il compito di coordinare tutti i media vaticani