Mercato

16 dicembre 2013 | 12:15

Ulteriore crescita nel 2013 per Apulia Film Commission

Numeri più che confortanti per la fondazione Apulia Film Commission, di gran lunga superiori ai precedenti anni sia per le produzioni nazionali ed internazionali realizzate in Puglia, sia per le attività che riguardano i cineporti, la mediateca regionale pugliese e il circuito d’autore.

La cifra più significativa è quella di 10 milioni e mezzo di euro di impatti economici sul territorio, generati dalle produzioni audiovisive realizzate, a fronte di uno stanziamento di circa 2 milioni e mezzo di euro, con un incremento del 161% rispetto al 2012. Con l’introduzione dei nuovi bandi, Apulia Film Commission è diventata l’unica commission italiana dotata di fondi automatici (uno nazionale e uno internazionale) che, attraverso il loro sistema, consentono un calcolo esatto degli impatti.

Nel 2013 Apulia Film Commission ha sostenuto 56 progetti filmici di cui 19 lungometraggi, 8 documentari, 10 cortometraggi, 2 serie televisive, 8 tv show, 1 serie web, 5 videoclip, 1 web movie e 2 spot, che hanno coinvolto le sei province pugliesi. La Fondazione, inoltre, ha voluto diversificare i generi dei prodotti finanziati, sostenendo il cinema d’autore non solo italiano, ma anche internazionale.

L’apertura alle attività cinematografiche e culturali dei cineporti di Bari e Lecce e della mediateca, si è dimostrata una buona scelta per tutto il territorio: circa 30.000 spettatori, oltre 90 giornate di lavorazione di attività di pre-produzione cinematografica e televisiva e più di 150 eventi culturali ospitati. I cineporti sono diventati così luoghi vivi e democratici, aperti al territorio dove i progetti e gli eventi sono ideati da una larga rete di operatori, associazioni e professionisti.

Riaperta a marzo 2013, la mediateca regionale pugliese si è invece affermata in poco tempo come luogo aperto ai cittadini, attraverso servizi e proprie iniziative culturali legate non solo al mondo dell’audiovisivo. La mediateca, infatti, è uno spazio di condivisione e di confronto per l’intero territorio regionale, dove creare memoria e fare sedimentare le esperienze che nascono in Puglia, ma anche spazio operativo con servizi specifici. Fra questi in particolare quello di accesso, attraverso il network di biblioteche on line Mlol (media library on line), a diversi contenuti multimediali, da film a musica, saggi, e-book.

Per concludere va citato il lavoro che Apulia Film Commission compie a favore del cinema di qualità, attraverso il suo circuito d’autore, con film e rassegne proposte nelle 21 sale sparse su tutto il territorio pugliese. 150 titoli d’autore in programmazione, con 40 titoli in esclusiva regionale, 400 eventi gratuiti, 50 eventi d’autore tra rassegne e iniziative speciali e la presenza di ospiti internazionali.