New media

17 dicembre 2013 | 13:10

De Benedetti sulla web tax: “Sono favorevole, Renzi è stato mal consigliato”

(ANSA) ”Io penso che Renzi sulla web tax sia stato mal consigliato”. Lo ha detto l’ingegner Carlo De Benedetti a Mix 24 di Giovanni Minoli su Radio 24, secondo quanto riporta una nota, a proposito dello stop sulla misura da parte del segretario Pd. “Rinviare il problema – ha aggiunto De Benedetti – e dire ‘risolviamolo in Europa’ mi sembra un po’ buttare la palla in tribuna, ecco” aggiunge. Carlo De Benedetti si disse favorevole alla ‘web tax’ “perché mi sembra che Google sia un’azienda stupenda, che ha portato molto beneficio e innovazione nell’ambito della navigazione su internet e in genere della conoscenza, ma non vedo per quale ragione debba essere esentata dal pagare le imposte quando ha un’organizzazione stabile in Italia, con la quale realizza fatturati e utili imponenti. E così come le paghiamo tutti le imposte, non si capisce perché non le paghi Google, piuttosto che Facebook, piuttosto che Amazon”. Poi ha spiegato “I posti di lavoro in Italia sono pochi, e i soldi, le tasse, sono trasferite tutte all’estero? Ma i posti di lavoro in Italia sono l’organizzazione di vendita che evidentemente è modesta come numero di persone”. ” Le tasse sono tante? Ma neppure all’estero pagano le imposte – ha detto De Benedetti – ma è una costruzione che non è evasiva, ma è elusiva, legalmente, fiscalmente lecita, ma profondamente ingiusta”. (ANSA, 17 dicembre 2013)

Carlo De Benedetti ha ribadito la propria posizione con un intervento sull’Huffington Post dal titolo ‘A Renzi dico: tassare Google & Co. è solo una questione di equità’.

Carlo De Benedetti (foto Olycom)

Carlo De Benedetti (foto Olycom)